La notte delle stelle: Real Madrid assaltato in albergo a Parigi

Home»Dalla Redazione»La notte delle stelle: Real Madrid assaltato in albergo a Parigi
La notte delle stelle: Real Madrid assaltato in albergo a Parigi

E’ la notte di Psg-Real Madrid, una sfida che tranquillamente sarebbe potuta essere la finale della massima competizione per club, la Champions League. Un Real che era partito col botto in questa stagione, battendo il Manchester United di Mourinho in Supercoppa Europea, ma patendo poi nella Liga subito dietro un’infinità di punti rispetto al Barcellona ed Atletico Madrid.

La vittoria nel Mondiale per Club tamponava per un attimo dei malumori proseguiti a gennaio, non solo per un abisso accumulato in classifica rispetto alle prime due, ma anche per la clamorosa eliminazione dalla Coppa del Re. In aggiunta, Cristiano Rolando che minacciava di andar via per questioni legate al fisco ed uno score che nella Liga non era mai stato così scarno.

Oggi è un’altra squadra, ormai lontana dal primo posto ma che quando è stato il momento di fare sul serio in Champions non ha avuto timore di un sorteggio sfortunato e ha fatto valere tutta la sua esperienza ai danni di un Psg che partiva quasi coi favori del pronostico, in seguito ad un mercato in pompa magna.

Ed invece dopo l’illusorio vantaggio di Rabiot, ecco che Neymar e compagni scomparivano dinnanzi ad un Cr7 tornato a fare il fenomeno nell’ultimo mese, doppietta e 3-1 per i blancos che oggi a Parigi possono dormire sonni tranquilli, o quasi. Un po’ perché Neymar ha già chiuso la stagione per infortunio, anche se la riserva si chiama Di Maria grande ex dell’occasione, un po’ perché i due gol di vantaggio permettono una certa tranquillità nell’approccio.

Ma in quanto a sonno non se la passeranno benissimo i madrileni, tenuti svegli nella notte da decine di ultras parigini, piazzati sotto l’albergo presso cui alloggiavano gli uomini di Zidane. Episodio simile a quanto accaduto nel 2010 dai tifosi del Barça, sotto le stanze dell’Inter.

Non andò poi benissimo. Per i blaugrana.

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.