Ipertensione, ecco 5 regole per ridurla e prevenirla

Home»Prima Pagina»Ipertensione, ecco 5 regole per ridurla e prevenirla
Ipertensione, ecco 5 regole per ridurla e prevenirla

Uno stato, costante e non occasionale, in cui la pressione arteriosa a riposo risulta più alta rispetto agli standard fisiologici considerati normali: è questa la definizione più chiara e comprensibile di ipertensione. Si tratta di una malattia molto diffusa in primis nei Paesi industrializzati, dove colpisce circa ben il 20% della popolazione adulta. Ma si può curare? Assolutamente sì. La pressione alta può essere prevenuta o mantenuta sotto controllo attraverso delle semplici regole quotidiane. La principale è quella di fare costantemente e continuamente attività fisica. Quest’ultima infatti serve per migliorare la salute cardiovascolare, che previene il 90% delle malattie.

La seconda regola ovviamente riguarda ed è strettamente legata a un’alimentazione sana. Ciò da cui occorre stare il più lontano possibile è soprattutto lo zucchero. Infatti quest’ultimo, stando a una ricerca condotta dal Saint Luke’s Mid America Heart Institute di Kansas City e pubblicata sull’American Journal of Cardiology, dovrebbe essere considerato un predittore di rischio cardiovascolare. Un’altra cosa importante è la prevenzione per evitare l’ipertensione. Ed è per questo che occorre misurare costantemente la pressione, soprattutto la mattina. Questo perché se dovesse essere alta nelle prime ore del giorno, i rischi sarebbero più elevati e sarebbero quindi necessari provvedimenti.

Un’altra regola può essere quella di ricorrere a rimedi del tutto naturali, come il biancospino, il tiglio o il karkadé. Si tratta di sostanze che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna e la regolarizzano. Inoltre, secondo alcuni ricercatori finlandesi, la sauna è in grado di evitare la pressione alta. Un po’ come ascoltare la musica, che, secondo uno studio pubblicato su ‘Deutsches Ärzteblatt International’, tende a diminuire la frequenza cardiaca. Insomma, l’ipertensione può essere evitata con uno stile di vita sano e privo di stress particolari. Ovviamente, nel caso ciò non basti, è meglio rivolgersi al proprio medico curante. I rischi possono essere abbastanza elevati.

Gianpiero Farina

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.