Elezioni: seggi esteri, centinaia di schede annullate

Home»Media News»Elezioni: seggi esteri, centinaia di schede annullate
Elezioni: seggi esteri, centinaia di schede annullate

E’ clamoroso quello che sta accadendo all’estero, legato alle elezioni che si sono tenute il quattro marzo per le primarie. Gli italiani residenti fuori dalla penisola con pieni diritti di voto si sono recati in massa alle urne per esercitare il proprio diritto, ma emergono retroscena preoccupanti.

Sarebbero infatti centinaia e centinaia le schede nulle dei votanti, a causa di errori degli stessi o soprattutto per direttive non corrette emanate dai Presidenti dei seggi. L’accusa arriva da numero rappresentati politici che invocano addirittura l’annullamento dei risultati scaturiti in seguito ai tanti errori rilevati.

Il rappresentante di lista di +Europa, Alessandro Fusacchia. afferma: “Molti presidenti di seggio non procedono alla spunta dei nomi sul librone rosa cartaceo degli aventi diritto una volta estratto dalla prima busta il numero identificativo. Si tratta di un controllo per evitare brogli. Poi, anzichè riporre la seconda busta contenente il voto dell’elettore estero nell’apposita scatola di cartone che ha la funziona di urna, la aprono. Ma così facendo la scheda diventa nulla e si stanno annullando centinaia di voti di elettori esteri“. 

Sono oltre 4 milioni gli italiani che sono andati a votare, residenti all’estero. Sulla stessa falsa riga Laura Garavini deputata Pd candidata in Germania: “C’è un grave problema, non si sono insediati molti seggi perché non si sono presentati i rispettivi presidenti. La corte d’Appello sta procedendo a nominare i sostituti”.  

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.